Nutrire lo Spirito: il sapore dello Zen

11175012_10152969985103842_2001317817737928771_n

Venerdì 8 maggio 2015 alle ore 21 la scuola di Shiatsu Ryu Zo Do, in collaborazione con ISUR (Istituto Superiore di Filosofia orientale e comparativa) nell’ambito della manifestazione “Interazioni” ha organizzato:

NUTRIRE LO SPIRITO:
il sapore dello Zen.

Ichimi Zen
“Preparare il cibo e servirlo alla comunità è manifestare la propria autentica natura, la Natura di Buddha.”

Negli Insegnamenti del Tenzo Ky Sōtō kun – Istruzioni a un cuoco Zen (1237), il segreto dello Zen di un ‘unico sapore’, Ichimi Zen.

Scritto nel 1237 da Eihei Dōgen Zenji, Patriarca del buddhismo Zen Sōtō, il testo ci immette nella tradizione viva dello Zen, che prima di essere dottrina o teoria religiosa, è metodo, cioè Via, cammino universale, per realizzare il risveglio alla realtà autentica della vita.

Ha condotto la serata:
Elena Seishin Viviani, Kokusai Fukyoshi dello Zen Soto, è guida spirituale dell’Enku Dōjō di Torino, erede nel Dharma del Maestro M. Daido Strumia, svolge inoltre la funzione di Tanto (responsabile dell’educazione dei monaci nel Sōdō) del Monastero Zen Sōtō Shōbōzan Fudenji

Gallery